Dal 2018 sono Partner di uno dei principali Broker di siti web al mondo, FEInternational.

Cosa significa fare brokeraggio di siti web? Semplice: immagina un sito come ad una attività imprenditoriale digitale che qualcuno ha creato per vendere oppure offrire servizi e/o prodotti. Nel corso del tempo per diversi motivi personali o professionali decide di non volersene più occupare. Cosa può fare? Chiuderla oppure venderla! In questo modo ritorna sul mercato e se l’attività era ben avviata può continuare ad offrire i suoi servizi passando ad un altro proprietario, se invece non rende più può essere ristrutturata, riorganizzata, migliorata a diversi livelli (marketing, seo, processi, performance, restyling, etc) e ritornare a produrre guadagni per il nuovo proprietario oppure rimessa sul mercato con una nuova valorizzazione.

Per l’Italia è un mercato ancora pressochè sconosciuto. Ho iniziato ad interessarmi ed a studiare questo mercato 5 anni prima di decidere di entrarvi, finchè ho trovato nel 2017 un articolo di un ragazzo italiano che vive a Londra e che già da almeno un anno svolgeva questa attività. Ci sono primi segnali di movimento di questo mercato anche se i numeri sono molto bassi sia in termini quantitativi che di valore, persino Aruba, di cui sono partner stà iniziando a svolgere un servizio simile. Dico simile perchè si limita a fare da punto di incontro tra domanda ed offerta. Invece il servizio che offro io parte da un’analisi accurata della reale situazione dell’attività online per arrivare anche ad una completa revisione del business model, fino a che non viene espressa l’effettiva profittabilità del sito con tutti i miglioramenti necessari, per poi cercare acquirenti interessati.

Le attività online vendute-comprate con FEInternational sono mediamente di alto profilo, ovvero con valorizzazioni di mercato elevate, dell’ordine delle centinaia di migliaia di dollari. Vista la particolarità del mercato italiano (piccolo, relativamente nuovo, molto segmentato e basato su piccole e medie imprese) ovviamente mi viene data la possibilità di aprire i nostri servizi anche ad attività online con valorizzazioni medie più basse rispetto allo standard internazionale.